Idee e suggerimenti per illuminare la cucina

Marco Pagliarusco Pubblicato da Marco Pagliarusco
il 26 agosto 2022 | 6 minuti di lettura

La cucina è un ambiente che richiede una particolare attenzione nella progettazione illuminotecnica, per soddisfare le diverse esigenze di luminosità nei vari punti del locale.

Sarà necessario quindi valutare la zona da illuminare e scegliere il tipo di illuminazione adeguata, la giusta disposizione, l’intensità e la gradazione della luce necessaria.

Possiamo suddividere l’illuminazione della cucina in tre categorie:

  • Funzionale: piano di lavoro e zona cottura
  • Decorativa: per creare una certa atmosfera e per valorizzare l’ambiente
  • Ambientale: per conferire la giusta illuminazione all’intero ambiente

pan

© Panzeri

 

ILLUMINAZIONE FUNZIONALE

 

Punto luce sul tavolo, isola o penisola

Innanzitutto, verifichiamo i punti luci posizionati sopra alla zona pranzo e lavoro.

Una sospensione, piuttosto che dei faretti, posizionati sopra il tavolo da pranzo permetterà di avere una corretta illuminazione durante i pasti, diversamente dai punti luce a parete che, posizionati “di spalle” ai commensali, potrebbero creare ombre.

Per lo stesso motivo, una buona illuminazione sopra all’isola o alla penisola della cucina, area dedicata alla preparazione delle pietanze, permetterà una chiara visibilità della zona lavoro.

 

kitchen-3555402_1280

 

Lampade sotto pensile

La soluzione con lampade o strisce Led sotto pensile, spesso integrate nel mobile, è probabilmente la più utilizzata in quanto permette di illuminare in modo omogeneo tutto il piano di lavoro, è facilmente realizzabile e può essere aggiunta anche in un secondo momento.

In alcuni contesti, dove l’alzata della cucina viene realizzata con materiali particolari (es. marmo, carta da parati, sasso a spacco) la lampada sotto pensile, appositamente orientata, ne esalta l’estetica.

 

qq

 

Faretti

L’illuminazione della cucina con i faretti è molto diffusa. Questi non possono proprio mancare nel tuo progetto di illuminazione, soprattutto se stai pensando di realizzare un controsoffitto.

La disposizione è fondamentale, spesso i faretti vengono utilizzati per evidenziare zone di passaggio oppure, quando orientabili, posso illuminare il piano cucina piuttosto che la zona dispensa.

 

naturalmente legno arzignano

© Naturalmente Legno

 

Sistemi a binario

I sistemi su cavo o su binario sono adatti a spazi complessi, perché possono essere utilizzati per pianificare una illuminazione di tipo angolare.

Con un solo punto di alimentazione e allaccio a corrente, è possibile illuminare individualmente diverse aree della stanza. Con un unico sistema è infatti possibile collegare diversi gruppi di spot che si illuminano indipendentemente, per una maggiore varietà in cucina. Una cosa è certa: i sistemi di binari e cavi sono tutt'altro che puramente funzionali, ma sono anche minimali ed eleganti.

 

ink-system-2048x1448

 

La cappa

La cappa in cucina oltre ad arredare e ad aspirare i fumi svolge un’importante funzione di illuminazione.

Quando posizionata sopra al piano cottura si rivela molto utile nell’illuminazione delle varie pietanze in cottura.

 

ikona-maxxi-pure-gallery-1

© Elica

 

ILLUMINAZIONE DECORATIVA

 

Illuminazione integrata nei mobili

Esistono sistemi che permettono l’illuminazione all’apertura dei cassetti o delle ante cucina, sono molto utili per vedere chiaramente all’interno dei contenitori e allo stesso tempo creano eleganti giochi di luce soffusa.

Giochi che si possono ricercare anche con il sapiente uso di vetrine illuminate o di interni a specchio.

Sempre più richiesta è anche l’illuminazione integrata sulle maniglie delle ante cucina piuttosto che sullo zoccolo: l’effetto “WOW” è assicurato!

 

aaa-1

 

ILLUMINAZIONE AMBIENTE

 

Velette e tagli luminosi

Un’accurata progettazione d’interni, dove e quando è possibile, ti permetterà di realizzare veri e propri elementi luminosi ad incasso, contro pareti o tagli luminosi.

È una tendenza in continua evoluzione, ma non c’è dubbio, questi giochi di luce sono sempre più diffusi.

Si tratta di soluzioni scenografiche che permettono di illuminare in modo uniforme l’area circostante.

 

tagli-luce-cartongesso

 

TECNOLOGIA

 

Infine, una nota sulla sempre più diffusa tecnologia LED che garantisce molteplici vantaggi:

  • Importante riduzione dei consumi energetici
  • Versatilità: possiamo scegliere tra diverse tonalità di luce
  • Una ‘’buona dose’’ di ecosostenibilità

Ma quali sono le temperature della luce e quale scegliere in cucina?

 

La temperatura della luce indica il calore della luce e la sua tonalità viene espressa nell’unità Kelvin (K). Ad un numero di Kelvin più basso corrisponde una luce più calda e più gialla, mentre ad un numero di Kelvin più alto corrisponde una luce più fredda e più chiara.

 

Differenza tra luce calda, neutra e fredda

Prima di passare alla scelta delle luci per i tuoi ambienti è doveroso comprendere la differenza fra luce calda, neutra e fredda.

 

Tonalita-di-colore-della-luce-tuttoluce-illuminazione-005

 

     Luce calda

La luce calda è quella che possiede una temperatura compresa fra i 2700K e i 3500K e quindi si tratta di una temperatura bassa. Le sfumature di questa tipologia di luce includono le tonalità del rosso, del giallo e dell’arancione, e anche il bianco.

 

       Luce neutra

La luce neutra è quella che possiede una temperatura di colore compresa tra 3500 e 5300 Kelvin. Il colore della luce in questo caso luce tende soprattutto al bianco.

 

       Luce fredda

La luce fredda è quella che presenta una temperatura di calore superiore ai 5300° Kelvin. La tonalità fredda classica di questo tipo di luce viene data dalle sfumature tendenti all’azzurro e al blu. Per avere un’idea più precisa si pensi che ad una temperatura di 5000° Kelvin viene associato il colore del ghiaccio.

 

Il nostro consiglio in cucina è di orientarsi verso un’illuminazione calda che eventualmente può virare verso una gradazione neutra, soprattutto se in presenza di un arredamento minimale.

 

zastosowanie_wiz_ald10_black

 

L'illuminazione in cucina, per un risultato sorprendente, deve essere progettata in ogni minimo dettaglio.

Uno studio illuminotecnico non può più essere un tentativo lasciato al caso.

 

La professionalità dei nostri arredatori ti aiuteranno nella progettazione della tua cucina su misura che potrai vedere in anteprima grazie a render fotorealistici.

Chiedi una consulenza senza impegno!

 

 

arredamento-su-misura-o-cucina-gdo

Topic: cucina

Ultimi articoli


Perché scegliere una cucina su misura? Scoprilo con il nostro ebook!

arredamento_su_misura

SCARICA GRATIS