5 Suggerimenti per scegliere una cappa da cucina

Marco Pagliarusco Pubblicato da Marco Pagliarusco
il 6 ottobre 2020 | 6 minuti di lettura

La cappa è un elettrodomestico che permette di depurare l’aria da fumi e vapori emessi durante la cottura dei cibi.

Sempre più efficaci e silenziose, dalle forme insolite e realizzate con materiali di pregio, sono anche oggetti di design.

In fase di acquisto è importante valutarne la tipologia, il modello, le dimensioni e la potenza, i materiali e il risparmio energetico, il design.

 

1. Cappa aspirante o filtrante

Per prima cosa dovremo scegliere tra una cappa aspirante o filtrante.

La differenza è intuibile: la prima aspira i fumi che attraverso una tubazione vengono espulsi all’esterno dell’abitazione, la seconda invece purifica l’aria tramite appositi filtri e la riemette in circolazione nell’ambiente.

haiku

© Elica

Solitamente si predilige la cappa aspirante così da eliminare completamente fumi, vapore e odori; questa soluzione però necessità di predisporre una tubazione a parete o su elementi in cartongesso prima dell’installazione della cucina.

Le cappe filtranti invece sono accessoriate con appositi filtri a carboni attivi, che per un corretto utilizzo dovrebbero essere sostituiti almeno una volta all’anno.

ambiente-edith-generale-estesa

© Elica

Esistono poi in commercio le cosiddette cappe miste, modelli che combinano entrambe le funzioni. I filtri possono essere di vario tipo: in acciaio inox, progettati per rimuovere le particelle di grasso e a carboni attivi, per depurare dagli odori.

 

2. Scegliere il modello

A parete

L’installazione di questa cappa avviene adiacente al muro, in corrispondenza con i fornelli, in modo da coprirne l’estensione.

parete-1

© Elica

A isola

Questa cappa è stata pensata per adattarsi ai piani delle cucine ad isola: se il piano cottura è posizionato al centro della stanza, anche questa cappa troverà spazio installata al soffitto, proprio sopra i fornelli.

isola falmec

© Falmec

Ad angolo

Trova spazio tra due pareti adiacenti, occupando quindi un angolo della stanza per coprire un piano cottura in posizione angolare, corrispondente alla cucina che si sviluppa su due lati.

angolo-3

© Elica

A soffitto

La cappa a soffitto fornisce alla cucina anche il valore di un punto luce importante: viene posizionata al centro della stanza o contro la parete, naturalmente sopra il piano cottura, e viene installata nel contro soffitto.

illusion-ambiente-1

© Elica

A scomparsa

Creata appositamente per cucine distanti dal muro, sia a penisola che posizionate al centro della stanza, è installata direttamente sul top del piano cottura, facente parte del corpo della cucina.

see-you-generale_nero

© Elica

A sospensione

Questa cappa dal forte impatto estetico risalta nell’ambiente non solo come fonte aspirante, ma anche come elemento distintivo di design: viene installata a soffitto sopra il piano cottura e rimane in sospensione, esattamente come un lampadario. 

DAMA-Falmec-294421-rel4258832e

© Falmec

Sul piano cottura

La cappa è perfettamente integrata nel piano cottura e svolge la sua funzione di aspirazione dal basso, tramite le bocche aspiranti poste vicino ai fuochi, portando fumi e odori ad essere smaltiti nel corpo della cucina.

 

Ad incasso su pensile

In caso di cucine con dimensioni contenute, è possibile optare per le più funzionali cappe a incasso o a scomparsa.
Questa soluzione integra l'elettrodomestico nella parte sottostante di un pensile, permettendo di sfruttare così anche buona parte del mobile che la contiene.

325.0570.133

© Faber

 

3. Dimensioni e potenza

In fase di acquisto dovremo anche considerare la larghezza della cappa che dovrà essere uguale o superiore a quella del piano cottura, ma non inferiore.

Solitamente le dimensioni di una cappa a parete variano tra i 60 e 120 cm, ma in commercio troviamo anche modelli con misure diverse.

nuage-def-2018

Una caratteristica molto importante è la capacità di aspirazione dell’elettrodomestico, o portata, che viene misurata in metri cubi orari e viene proporzionata in base al volume dell’ambiente in cui viene inserita e alla frequenza d’uso.

La cappa deve infatti garantire un ricambio minimo dell’aria pari a circa 6-8 volte il volume dell’ambiente.

Esempio: per una cucina di volume (superficie x altezza) di 50m³, il calcolo da fare sarà 50x10 = 500 m³/h.

Il valore di 500 metri cubi/ora rappresenta la portata d’aria minima della cappa adatta alla tua cucina.

 

4. Materiali e risparmio energetico

L’acciaio inox è indubbiamente la soluzione più diffusa, il materiale è molto resistente alla corrosione, igienico e duraturo, resiste alle alte temperature, all’acqua, l’umidità, lo sporco e il grasso.

Per contro, se non accuratamente pulito ed asciugato, può essere soggetto ad aloni.

Il consiglio è di pulirlo con acqua e sapone o detersivo neutro utilizzando una spugnetta non abrasiva; dopo il risciacquo si deve asciugare con un panno morbido per evitare che si formino macchie da ossidazione.

2b_SWEET-Elica-59090-rel6f00a568

© Elica

Per le finiture è particolarmente diffuso il vetro temperato, rafforzato attraverso specifici processi di lavorazione, esteticamente molto apprezzato, disponibile anche con simpatiche decorazioni.

Sempre più diffuse sono le cappe con illuminazione a Led, spesso dotate di pulsantiere touch, che con motori di aspirazioni sempre più performanti e silenziosi contribuiscono a contenere i consumi di energia elettrica.

Per un deciso risparmio energetico sarà bene optare per un modello in classe A.

 

5. Il design

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Ecco perché il design della cappa dovrebbe adattarsi al meglio allo stile della cucina, dopotutto, una cappa dal design ultra moderno in vetro e acciaio inossidabile sembrerebbe strana in una cucina in stile retrò!

Fortunatamente oggi il mercato offre un'ampia varietà di cappe per ogni stile di arredamento.

a-Sep-02-2020-02-17-01-63-PM

© Faber

MATERIA-Falmec-294422-rel9bd047c3

© Falmec

interstellar-nera-dettaglio

© Elica

2b_OPEN-Cooker-hood-Boffi-261957-rel460fc9d6

© Boffi

AUDREY-Elica-252444-relc203a3da

© Elica

 

Speriamo questa breve guida ti sia stata utile! 

Se hai dubbi non esitare a lasciare un commento, la tuo opinione conta!

 

arredamento-su-misura-o-cucina-gdo

Topic: cucina

Ultimi articoli


Perché scegliere una cucina su misura? Scoprilo con il nostro ebook!

arredamento_su_misura

SCARICA GRATIS