Cucina laccata o in laminato? Scopri le differenze

Marco Pagliarusco Pubblicato da Marco Pagliarusco
il 21 ottobre 2020 | 5 minuti di lettura

Spesso in fase di acquisto i Clienti ci fanno questa domanda: “Meglio una cucina in laminato o laccata?”.

In questo articolo ne analizzeremo i pro e i contro e cercheremo di darvi preziosi consigli per la scelta più idonea alle vostre esigenze.

1-1

©Colombini

Iniziamo col dire che il laminato è un rivestimento mentre la laccatura è una finitura.

Inoltre, è bene sapere che all’interno di questi materiali troviamo dei pannelli lignei che subiscono diversi processi di lavorazione. Andiamo a scoprirli nello specifico:

Il laminato

Il laminato è un rivestimento composto da fogli impregnati da resine fenoliche che viene applicato su un supporto di pannelli lignei come Truciolare o MDF (medium-density fibreboard). Gli spessori del laminato, inteso come rivestimento del pannello, variano da 0,6 a 1,2 mm.

Questo film di rivestimento del pannello serve a proteggerlo dagli urti e dall’umidità, oltre che caratterizzarlo attraverso colori, imitazioni di materiali e finiture di ogni tipo.

b-3

Un laminato molto diffuso in commercio è chiamato HPL (high pressure laminate) si ottiene incollando i fogli di laminato tra loro tramite una forte pressione combinata al calore, per ottenere così un corpo compatto e omogeneo.

I vantaggi del laminato

Il laminato si caratterizza per essere un materiale resistente all’acqua e al vapore, agli urti e ai graffi, economico rispetto ad altri materiali.

Di facile manutenzione ed estremamente igienico, per pulirlo basta utilizzare un panno umido in microfibra e un prodotto detergente non abrasivo.

a-Sep-23-2020-12-35-07-00-PM

Altra caratteristica molto apprezzata del laminato, è che il foglio decorativo di cui si compone può imitare un'essenza lignea o altri tipi di materiali, può essere realizzato con particolari texture sensibili al tatto, oltre che in tantissimi colori e finiture.

Gli svantaggi del laminato

Lo svantaggio principale rispetto ad altri materiali è che trattandosi di un prodotto artificiale, non riesce ad imitare adeguatamente altri tipi di materiali naturali come il legno e il marmo.

Se siete amanti del legno e delle pietre naturali, e non potete rinunciare alle sensazioni che vi offrono questi materiali, allora difficilmente sarete soddisfatti con una cucina in laminato.

ASS_25387215_21_9

©Howdens

Il laccato

ll laccato, materiale luminoso e disponibile in tanti colori, è composto da un pannello in fibre di legno e verniciato con vernici poliesteri e poliuretaniche.
La laccatura può essere opaca, lucida o metallizzata e ricopre tutta la superficie.

Esistono anche particolari tecniche di verniciatura, la più diffusa è la “laccatura a poro aperto” dove il pannello viene prima rivestito con un’essenza lignea e successivamente verniciata lasciando intravvedere la venatura del legno.

 

anta laccata naturalmentelegno.com

©Naturalmente Legno

Se non si ama la finitura liscia e lucida si può scegliere quella goffrata, ossia ruvida al tatto e ovviamente opaca.

Il laccato è un materiale estremamente versatile che si adatta particolarmente agli stili moderno, contemporaneo e minimale, spesso proposto in combinazione con legni pregiati per una cucina unica e di carattere.

forma-mentis-1-b

©Valcucine

I vantaggi del laccato

Il principale vantaggio del laccato è indubbiamente di carattere estetico.

La gamma cromatica è vastissima, ed è possibile scegliere tra una finitura lucida e più luminosa, piuttosto che opaca e di tendenza.

Un altro vantaggio è che la verniciatura copre completamente il pannello, senza bordature a vista come nel caso del laminato, rendendo la superficie liscia, impermeabile e facile da pulire.

Per quest’ultima basterà un panno morbido con un detergente delicato e non abrasivo. Mai usare creme abrasive o pagliette in acciaio che righerebbero irrimediabilmente le ante.

surface_gen

©Key cucine

Gli svantaggi del laccato

Il laminato è notoriamente più delicato di altri materiali e richiede particolari attenzioni.

Innanzitutto, sarà bene non esporlo direttamente ai raggi diretti del sole perché nel tempo potrebbero risultarvi delle variazioni cromatiche.

Il laccato teme inoltre fonti di calore elevate e il fumo, che potrebbero mutare la colorazione delle parti esposte.

AA03-1645

©Key cucine

Conclusioni

Il laccato è apprezzo per l’eleganza che conferisce alle superfici in ogni sua possibile finitura, ma richiede maggiori attenzioni.

Il laminato invece si rivela un materiale più pratico ed economico, ma esteticamente meno piacevole.

A voi la scelta!

222

©L'ottocento 

3-36e8-cucina

©Lago

 

 

 

arredamento-su-misura-o-cucina-gdo

Topic: cucina

Ultimi articoli


Perché scegliere una cucina su misura? Scoprilo con il nostro ebook!

arredamento_su_misura

SCARICA GRATIS