Le misure in cucina contano! Come effettuare le misurazioni corrette prima dell'acquisto

Marco Pagliarusco Pubblicato da Marco Pagliarusco
il 13 aprile 2020 | 3 minuti di lettura

Dopo aver consultato decine di siti internet di arredamento, sfogliato riviste di interior design e visitato qualche show-room, finalmente hai deciso di cambiare cucina! Cosa ti frena di rivolgerti ad un professionista? Le sue misure.Calcolare le dimensioni corrette prima di comprare i mobili può essere una grande difficoltà: andiamo a vedere come effettuare delle misurazioni precise e comprensibili da consegnare poi a chi si occuperà di fornirti la tua nuova cucina.

Come prendere le misure per la tua nuova cucina

Se non si dispone di una planimetria (o piantina catastale) aggiornata e completa, i dati essenziali che vi serviranno per riuscire a fare una buona piantina sono i seguenti: IMG_1958

  • misura della lunghezza e dell'altezza delle pareti
  • posizionamento degli elementi che fanno parte dell'impianto elettrico
  • posizione dello scarico delle acque reflue
  • posizionamento dell'attacco dell'acqua

Gli strumenti da utilizzare

La dotazione, semplice ma efficace, è la seguente:

  • innanzitutto un flessometro da almeno cinque metri: è consigliato evitare di utilizzare i metri da sarto oppure quelli richiudibili perché si tratta di attrezzi poco precisi;
  • serve, poi, una squadra regolabile che abbia incorporato il goniometro;
  • infine, carta e penna per annotare tutto con precisione;

Tutto qui.
Per un lavoro a regola d’arte, puoi scaricare alcune applicazioni per smartphone che ti permettono di appuntare e di ottenere il disegno della piantina in modo automatico e senza grossi sforzi. Tra queste, magicplan - Planimetrie 2D/3D per esempio, che, in base al tipo di stanza scelta, suggerisce le migliori tecniche e propone suggerimenti per ottenere le misure più affidabili.

Le misure delle pareti

La prima cosa da fare è disegnare il perimetro della stanza.
All’interno della piantina, è importante riportare anche eventuali incavi o pilastri per evitare di compromettere le volumetrie dell'ambiente e non avere, di conseguenza, delle misure precise.

Oltre alle dimensioni del locale, sono da riportare inoltre boiler o caldaie interne, soprattutto se si trovano sulla parete sulla quale verrà montata la cucina.

Ma veniamo alle pareti: per quelle adiacenti occorre verificare che l'angolo che si forma sia di 90° gradi e qui ci viene in aiuto la squadra con il goniometro incorporato che rende l'individuazione degli angoli e la loro misurazione quanto più precisa possibile.

Inoltre, durante la misurazione delle pareti, è importante non tralasciare l’altezza e lo spessore del battiscopa e il materiale di cui è composto.

Un ultimo dato da annotare è quello relativo al soffitto. Negli edifici più recenti il soffitto è omogeneo in ogni punto della cucina e solitamente su i 270 centimetri.
Se, invece, l'appartamento è mansardato oppure è frutto di diverse trasformazioni, allora è conveniente prendere le misure in vari punti per riuscire ad avere un'idea precisa.

Le misure di porte e finestre

Nel momento della misurazione delle finestre e delle porte, la maggiore attenzione deve essere rivolta a questi elementi:

  • ingombro di apertura di porte e finestre
  • eventuali stipiti che non sono ancora stati posati (il loro ingombro aumenterà)
  • i controtelai per le porte a scomparsa
  • cassonetti e davanzali delle finestre che hanno sporgenze

La rilevazione degli impianti

Infine, nella misurazione della cucina non possono mancare i disegni degli impianti, sia di quello elettrico che di quello idraulico.

Nella piantina andranno, dunque, riportare le posizioni degli attacchi del gas, degli attacchi e scarichi dell'acqua, delle prese elettriche e di eventuali impianti aspiranti per la cappa.

Vanno effettuate due misurazioni per ogni punto di interesse:

  • si parte dall'estremità della parete sinistra e si prende la misura fino al centro del punto di interesse
  • poi, si prosegue con la misura dal pavimento fino alla metà dell'elemento considerato.

La misurazione degli impianti è necessaria solo nel caso di una ristrutturazione in cui la cucina nuova dovrà essere sistemata in un ambiente già predefinito.

Perché è importante prendere le misure con precisione

Avere a disposizione le misure e alcune foto del locale prima di rivolgerci ad un arredatore, permette al professionista di realizzare un progetto preliminare e un preventivo di spesa senza l’uscita in cantiere, evitando così costi aggiuntivi oltre che avere una più chiara percezione degli spazi durante la progettazione della cucina.

In ogni caso la maggior parte dei professionisti offre il servizio di rilievi in cantiere incluso nel prezzo della cucina, qualche piccola svista quindi vi sarà perdonata!



arredamento-su-misura-o-cucina-gdo

 

Topic: cucina

Ultimi articoli


Perché scegliere una cucina su misura? Scoprilo con il nostro ebook!

arredamento_su_misura

SCARICA GRATIS