Piano cottura ad induzione: pro e contro

Marco Pagliarusco Pubblicato da Marco Pagliarusco
il 18 novembre 2022 | 5 minuti di lettura

Chi sta progettando ad una nuova cucina o semplicemente pensa ad un restyling, avrà senz’altro valutato l’ipotesi di acquistare un piano cottura ad induzione.

Ma quali sono i pro e contro di questa innovativa tecnologia?

 

201910320-2

 

Estetica e praticità

“Less is more”: il design di un piano cottura ad induzione sposa il minimalismo e colpisce appena si entra in cucina.

Completamente liscio oppure con cappa integrata: quest'ultimo coniuga in un unico prodotto due elementi normalmente separati in cucina come i piani cottura e le cappe aspiranti, ridefinendo così i semplici gesti quotidiani, in un perfetto connubio tra tecnologia, funzionalità ed estetica.

 

scopri-le-marche-del-piano-cottura-induzione_oit_173496

 

Un altro pregio del piano cottura a induzione sta nella praticità della pulizia, che a differenza di un comune fornello è estremamente semplice.

Vi basterà utilizzare un comune sgrassatore ed un panno umido, ed il gioco è fatto. Nessuna fastidiosa griglia da togliere ed asciugare, nessun bruciatore da pulire con attenzione. Pochi secondi, un colpo di panno et voilà il piano è pulito.

Anche l’induzione entra di fatto nella categoria “elettrodomestici intelligenti”, connessi tra loro e con il web tramite wi-fi, pensati per facilitare lo stile di vita grazie a funzioni personalizzate sempre a portata di app.

 

Miele_-piano-cottura-a-induzione-KM-7899-FL

 

Potenza

I piani cottura ad induzione di ultima generazione sono estremamente performanti, velocissimi nel raggiungere le alte temperature, ad esempio per far bollire l'acqua in poche decine di secondi. Un risparmio di tempo non indifferente.

È possibile anche cucinare in zone diverse del piano contemporaneamente ed avere così una superficie di cottura più ampia e uniforme a differenza delle fiamme dei bruciatori a gas che tendono a riscaldare maggiormente un’area piuttosto che un’altra.

 

piano-cottura-induzione-KM-7999-FL-miele-1

 

Sicurezza

La sicurezza prima di tutto!

I moderni piani ad induzione sono dotati di pannello di controllo touch che oltre a consentire la regolazione di potenza delle varie zone cottura e altre funzioni dedicate, sono sempre accessoriate di un blocco di sicurezza dedicato a i bambini e agli adulti distratti.

Inoltre, non tutti sanno che un piano ad induzione non entra in funzione se sull’area di cottura non è presente nessuna pentola o padella.

Chi progetta piani ad induzione ha pensato anche ai più sbadati. È disponibile anche un timer che fa terminare l’erogazione del calore automaticamente.

 

T58PL6EX2_CGH_food_T-Bone_Stew_2019_04_103_88806_RZ1_2048px

 

Facilità di posa in opera

La scelta di un piano ad indizione non necessita di particolari interventi strutturali alla vostra cucina. Sarà sufficiente, infatti, verificare che la lunghezza della base cucina sia adatta al piano cottura (es. base l.90 cm per piano cottura l.90 cm) e controllare sia disponibile un cavo per l'allacciamento elettrico.

Una certa attenzione deve invece essere posta in caso di installazione di piano cottura con cappa integrata.

Questa tipologia di elettrodomestico necessita di una maggiore profondità dedicata al corpo aspirante/filtrante, inoltre, se deciderete per una soluzione con espulsione fumi dall'abitazione, sarà opportuno prevedere un passaggio dedicato alla tubazione. In questo caso è opportuno consultare un tecnico prima dell'acquisto.

 

1-Nov-15-2022-08-39-22-3234-AM

 

Consumi

È opinione diffusa che un piano ad induzione consumi di più rispetto ad uno alimentato a gas. In realtà, sopratutto in questo periodo, è possibile persino un risparmio. E' necessario valutare attentamente in base all’effettivo utilizzo e i prezzi energetici concordati con il gestore.

Certi invece sono i tempi di cottura, decisamente più contenuti rispetto ad un piano cottura a gas e quindi una maggiore efficienza energetica.

Quello che potrebbe incidere maggiormente a livello economico è l’aumento della potenza del contatore. I contatori elettrici domestici hanno solitamente una potenza di 3 kw, il che sarebbe più che sufficiente per il normale utilizzo del piano cottura ma con la dovuta attenzione nel caso si utilizzino contemporaneamente più elettrodomestici.

Naturalmente in un'abitazione dotata di impianto fotovoltaico la scelta di un piano cottura ad induzione è un must!

 

neff_apertura_flexinduction_zonelight

 

Pentole e padelle

Le pentole idonee per l’induzione devono avere un fondo realizzato in materiale ferroso. Il piano a induzione, infatti, funziona come un’enorme calamita alimentata ad elettricità che trasferisce calore alle pentole attraverso il campo magnetico che genera al contatto con esse. Il calore, quindi, viene direttamente trasmesso alle pentole, e questo comporta una maggiore rapidità nella cottura oltre ad un risparmio energetico. Ghisa, acciaio, acciaio smaltato e acciaio inox sono in grado di avviare questo meccanismo; alluminio, rame, ottone, vetro, ceramica e porcellana no. Ma come riconoscere che il fondo sia davvero quello giusto? Semplice!

Prendi una calamita e avvicinala alla parte inferiore della pentola. Se rimane attaccata, allora non c’è alcun dubbio sulla compatibilità con l’induzione.

 

top-d

 

Vuoi saperne di più e capire se fa davvero per te?

Contattaci, saremo felici di offrirti una consulenza gratuita per la progettazione o il restyling della tua nuova cucina.

 

arredamento-su-misura-o-cucina-gdo

Topic: cucina

Post popolari

Non trovi quello che cerchi?

  • Non sono presenti suggerimenti perché il campo di ricerca è vuoto.

Perché scegliere una cucina su misura? Scoprilo con il nostro ebook!

arredamento_su_misura

SCARICA GRATIS